venerdì 31 luglio 2015

(Militari) Italiani nel mondo... considerazione zero

Oggi diversamente dal solito un post di breve riflessione/polemica, lo stesso messaggio che ho pubblicato su FB.

Lo so che a molti di voi che leggeranno, la cosa potrà sembrare sciocca, a me no e quindi vorrei condividerla con chi avrà la pazienza di leggere fino in fondo.
Sono proprio queste "leggerezze" per me che danno il vero peso ai fatti "pesanti".


Mi è capitato negli ultimi anni di volere provare qualche regolamento su scenari moderni diciamo dagli anni '90 in poi.
Ecco la cosa triste: in nessuno dei regolamenti stranieri che ci sono in giro vengono pubblicate le liste-truppa delle ns. forze e non mi riferisci a liste generiche ma parlo proprio dei teatri operativi più importanti.

Es.: la missione ISAF in Afghanistan, nei due regolamenti più giocati potete tovare di tutto persino i neozelandesi che sì e no hanno inviato un centinaio di soldati (massimo rispetto per tutti).
Riguardo gli italiani che della missione sono stati e sono parte fondamentale: NULLA DI NULLA! Nemmeno presi in considerazione!
A me questa cosa fa incacchiare oltre ogni limite!

Per aggiungere la beffa al danno, una volta direttamente interpellati gli autori sul perchè della scelta, cosa ti rispondono?
Cadono totalemente dalla nuvole! Balbettano cose tipo: creati la lista da solo, non c'era spazio sul libro, non si trovano le miniature e minchiate simili.
Come se si trovassero quelle delle truppe pakistane per la missione UNISOM in Somalia; altro scenario dal quale siamo stati completamente cancellati!

Nessuno nessuno si ricorda dallo scontro al "checkpoint pasta", tutti conosco le cacchiate che hanno fatto gli americani con l'episodio di black hack down però.
Da quello in poi sono praticamente stati constretti a lasciare il Paese ai ns. soldati... anche di questo non si ricorda nessuno.

Fine delle sfogo, rimango cmq indignato dallo snobbamento totale del ns. impegno miltare all'estero, se questi sono i risultati di riconoscimento a livello internazionale... è bene pensare di risparmiare vite e soldi.
Condividete se la pensate come me.

2 commenti:

  1. purtroppo non trovo nessuna frase d'effetto e non ricordo quelle che in poche parole descrivevano la situazione in modo egregio.
    cmq
    i nostri vicini sono stati così bravi a raccontare fandonie che hanno ormai fatto credere, anche a noi, che il nostro sia un paese di vigliacchi adatti a fare i camerieri. ossia privi di avere la dignità di avere uno stato come il loro. comodo, molto comodo.
    i nostri capi sono così indegni che sono loro i vigliacchi a scappare di fronte non solo al nemico ma anche ad ogni responsabilità. d'altronde l'italiano sa che chi fa il mestiere di politicante è una persona schifosa, e preferisce guadagnarsi il pane facendo qualcosa di più onesto.
    il risultato: ci considerano talmente poco che manco ci mettono nei giochi dei soldatini.

    RispondiElimina
  2. Tutto vero, però in fin dei conti la Elhiem gli italiani moderni in 20mm ce li ha fatti, consolati.
    Per il resto, a livello reale la colpa è dei nostri politici dal 1946 sempre solo interessati alla politica interna e non a quella estera, a livello wargame la colpa è di noi giocatori troppo spesso interessati alla storia militare estera che non alla nostra.

    RispondiElimina